Isole Tremiti, la perla del mare
22 Luglio 2021
Cortina D’Ampezzo, le montagne più belle del mondo
27 Dicembre 2021
Mostra tutto

Santorini e i suoi tramonti

Santorini, un viaggio indimenticabile che vi regalerà emozioni e colori che vi lasceranno il segno. L’avventura parte da Napoli dove abbiamo il volo di partenza. Arrivati sull’isola ci dirigiamo al Babis Hotel. Situato in una zona centralissima e dotato di piscina esterna. Ciò che ci ha lasciato senza parole però è l’incredibile accoglienza che abbiamo ricevuto dai proprietari, Babis e suo padre. Due persone squisite che si sono fatte in quattro per aiutarci. Il giorno seguente, dopo una dormita rigenerante post viaggio, abbiamo affittato un quad per poter girare in autonomia questa fantastica isola.

La prima tappa è ovviamente la città di Fira, capoluogo di Santorini e centro turistico per eccellenza. Negozi, aperitivi e terrazze panoramiche hanno lasciato i nostri occhi incantati. Ciò che rimarrà indelebile per il resto della nostra vita è però la bellezza dei tramonti. L’atmosfera suggestiva e i colori incandescenti rendono il sunset un’esperienza unica, quasi mistica. Tutte le foto e le parole che possiamo spendere non riusciranno mai e poi mai a descrivere l’emozione e la bellezza del sole che affonda nel mare.

Praticamente alle ore 19:00 inizia sull’isola un rituale che si ripete uguale ogni giorno: interrompere qualsiasi attività e occupazione per prepararsi al tramonto. Occorre accaparrarsi un posto presso uno dei tantissimi ma affollati punti panoramici  dell’isola o nei locali più esclusivi per godere lo spettacolo della natura sorseggiando un calice di vino o di champagne.

Il nostro primo tramonto è stato Imerovigli, luogo incantevole dal sentore fiabesco ma purtroppo affollato di turisti. Il secondo giorno abbiamo scelto un luogo più isolato e meno trafficato: il monastero del profeta Elia, una vera e propria chicca che vi farà sprofondare in un’atmosfera unica. Altri luoghi prescelti sono stati Fira, dove abbiamo visto il tramonto in una terrazza panoramica di uno dei locali più esclusivi ed Oia, il luogo più bello e suggestivo di tutta l’isola. Tuttavia il tramonto migliore lo abbiamo visto grazie al mio spirito avventuriero. Dopo un trekking abbastanza faticoso tra stradine sconnesse che apparentemente non portavano da nessuna parte abbiamo raggiunto una delle tipiche chiesette dalla cupola blu dove abbiamo visto il tramonto più bello della nostra vita. Essendo il posto abbastanza nascosto non era nemmeno troppo affollato. Ed è per questo motivo che abbiamo deciso di mantenerlo segreto. Ai più audaci dò loro un indizio: se trovate un sentiero scosceso nei pressi di una montagna andate fino in fondo e non fermatevi quando la vostra ragazza vi implorerà di non avventurarvi in sentirei che possono apparire inconsueti.

Per quanto riguarda il mare anche qui avete l’imbarazzo della scelta. La prima tappa è senza dubbio la spiaggia nera di Perissa, di origine vulcanica, vi incanterà con i suoi colori. Tuttavia nulla a confronto con Eros beach, una delle migliori spiagge nere dell’isola che prende il nome dal Dio dell’amore. Altre spiagge interessanti la spiaggia rossa, Red beach e le spiagge del nord nei pressi di Oia dove potrete prendere un’abbronzatura integrale. Ultima chicca l’escursione sull’isola di Caldera con bagno alle Hot Spring.

Per gli amanti della cucina ed in particolare del pesce abbiamo un consiglio che è una vera e propria chicca. Dopo vari tentativi più o meno interessanti abbiamo scoperto due ristoranti fronte spiaggia gestiti da pescatori. Alla vista abbastanza spartani si sono rivelati  eccellenti. Qui abbiamo avuto la possibilità di mangiare dell’ottimo pescato del giorno a prezzi veramente contenuti, accompagnati dalla musica, dal vino della casa e dalla simpatia dei proprietari. I ristoranti sono Skaramagas e Capitan Loizos.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.